Alla Fiera di Roma torna Moa Casa: quando il design diventa emozione

Dal 23 ottobre al 1° novembre negli spazi della nuova Fiera di Roma si svolge l'edizione numero 36 della storica mostra-mercato dedicata alle ultime tendenze dell'arredamento: 30mila metri quadri nei quali trovano spazio 250 espositori: attesi oltre 150mila visitatori

Arredare la casa, abitare la vita. È lo slogan di Moa Casa, il tradizionale appuntamento autunnale con il design che richiama folle di romani alla nuova Fiera di Roma. L'edizione numero 36 della storica mostra-mercato dell'abitare partirà il 23 ottobre e andrà avanti fino al 1° novembre (Ingresso Est, feriali ore 15-21 a ingresso libero, sabato e festivi ore 10-20 biglietto euro 7, navetta gratuita dalla fermata Fiera di Roma del treno metropolitano, info www.cooperativamoa.com). L'organizzazione è come al solito a cura della Cooperativa Moa con la collaborazione della Cna e della Provincia di Roma.
Moa Casa è da anni la rassegna più importante per il mercato dell'arredo e del design del Centro-Sud. Quattro i padiglioni occupati dalla mostra, per un totale di 30mila metri quadrati, 250 espositori e oltre 150mila visitatori attesi. Il tradizionale mix di tradizione e innovazione si esprime in un assortimento di prodotti di qualità, dal classico al moderno, proposti nelle più variegate soluzioni in termini di stile e design. I prodotti delle migliori aziende italiane del settore vengono valorizzati da un format espositivo progettato con lo specifico intento di far dialogare con intelligenza industria e artigianato di alto livello, classico e design, promuovendo i marchi più significativi del made in Italy.
Nell'edizione autunnale del 2010 particolare attenzione viene riservata alle tendenze più recenti e al design come emozione. All'interno della manifestazione sarà infatti presente la mostra/workshop «Doppio Senso» a cura di Emiliano Brinci, Michele Fanfulli e Francesca Soluzioni. L'obiettivo è quello di cogliere la capacità trasformativa in positivo del design come forma di auto-espressione per dialogare con le emozioni. Le più accorte tendenze del futuro prevedono infatti gli spazi della casa arredati con la stessa cura riservata all'allestimento di una galleria d'arte. Così i tre designer proporranno oggetti e arredi selezionati, scelti non solo per la funzione ma soprattutto per le qualità emozionali ed estetiche all'insegna di un «lifestyle» personale, libero e consapevole. Per questo motivo gli oggetti di design verranno esibiti in installazioni domestiche proposte come opere d'arte, alla riscoperta di emozioni per vivere la casa intensamente.
Dalle emozioni ai servizi. Come di consueto nell'area espositiva di Moa Casa troverà spazio nel padiglione 3 uno stand dell'Agenzia delle Entrate (direzione regionale del Lazio) nel quale il pubblico di Moa avrà la possibilità di usufruire di servizi come attribuzione e variazione del codice fiscale e della partita Iva, rilascio in tempo reale del «pin code» per accedere al «cassetto fiscale» e assistenza e informazioni sulle principali scadenze fiscali e sui servizi offerti.