FIERA

Circa duemila piccole e medie imprese e 34mila appuntamenti di business previsti in tre giorni di manifestazione: sono questi i numeri che caratterizzano la quarta edizione di Matching, evento organizzato dalla Compagnia delle Opere a Fiera Milano, su una superficie di 35mila metri quadri.
Obiettivo della manifestazione - che si concluderà domani - è aiutare gli imprenditori a sviluppare relazioni di affari mettendoli in contatto diretto con appuntamenti mirati e prefissati, in modo da fare incontrare gli interessi reciproci. «Si tratta di una mutazione genetica nel modo di fare fiere - ha sottolineato l’ad di Fiera Milano Spa, Claudio Artusi - che mette al centro lo sviluppo dei rapporti interpersonali, modello creato dalla Cdo che sta contagiando anche le altre fiere».
Nel Salone sono presenti inoltre circa 150 grandi aziende e operatori esteri: 160 buyer da tutto il mondo, 70 imprese e 24 tra aziende e istituzioni che offrono servizi per l’internazionalizzazione. «Rispetto all’anno scorso - ha detto il direttore della Cdo Enrico Biscaglia - le imprese presenti sono oltre 300 in più. In un momento difficile per l’economia questa crescita è rassicurante e testimonia la voglia di rimboccarsi le maniche. Dalla crisi si esce solo con il lavoro».