Fieracavalli, un puledro donato al vescovo Danzi

Verona. Sabato prossimo presso il padiglione dell’Unire a Fieracavalli di Verona è previsto un inconsueto fuoriprogramma. Si tratta della cerimonia di consegna di un puledro galoppatore di 18 mesi a monsignor Gianni Danzi, Arcivescovo di Loreto, che entra ufficialmente nel mondo dell’ippica (ha già chiesto i colori di scuderia che saranno quelli del Santuario di Loreto: giallo e bianco). Il bellissimo puledro, un figlio di Golan e Afto, è un regalo dell’allevatore e proprietario milanese Pietro Somaini a Monsignor Danzi del quale, oltre a sincero ammiratore, è anche concittadino: per una singolare coincidenza entrambi sono nati a Viggiù, nel Varesotto. Tutto quello che il puledro - «battezzato» con il nome di Loreto - vincerà durante la propria carriera di corse sarà devoluto a favore del Monastero di Nostra Signora della Carità, una struttura nel comprensorio del Santuario di Loreto che da anni accoglie le ragazze madri che scelgono di dare alla luce il proprio figlio nonostante siano sole e senza mezzi. Il puledro, attualmente sotto doma presso le scuderie di Trenno di Alduino e Giuseppe Botti, verrà allenato e mantenuto gratuitamente dai due celebri trainer che da oltre un trentennio sono ai vertici dell’ippica italiana. La Società Trenno, che gestisce gli ippodromi di San Siro, dal canto suo, metterà a disposizione gratuitamente il box dove alloggia il puledro e l’uso delle piste di allenamento.