FieraCavalli supera i 155 mila visitatori

Un´edizione che già dalle aspettative (+30% le prevendite rispetto al 2010) si prospettava in crescita rispetto all´anno scorso. La conferma, nonostante il maltempo, è arrivata nei quattro giorni di manifestazione. Un segnale importante che, come è emerso dall´Osservatorio di Fieracavalli, ha grande potenzialità e al contempo necessità di risposte

Le aspettative alla vigilia della 113^ edizione di Fieracavalli erano molto positive (+30% le prevendite rispetto al 2010) e a chiusura dei quattro giorni di manifestazione sono state ampiamente confermate con la presenza di 155.640 visitatori (nel 2010 sono stati 153 mila) da oltre 70 paesi. In crescita anche il numero dei cavalli pari a 3.000 (+20%), le associazioni allevatoriali, oltre 35, gli espositori, più di 650 da 25 paesi, le delegazioni estere, oltre 19 e più di 160 tra appuntamenti sportivi, concorsi e convegni.

«Sono dati che incoraggiano l’intero comparto equestre europeo che ha nella Fieracavalli la sua storica fiera di riferimento – ha dichiarato Ettore Riello, presidente della Fiera di Verona -. Un settore che solo in Italia genera un fatturato di 6,5 miliardi di euro e coinvolge oltre 10 milioni di appassionati, dei quali 2,5 milioni di cavalieri assidui. Le possibilità di farlo crescere ancora sono straordinarie, come rilevato proprio dall’Osservatorio Fieracavalli: il 77% dei genitori italiani farebbe montare i propri figli in sella 49% dei giovani sogna una vacanza a cavallo; ma si rileva anche tra gli addetti ai lavori un forte bisogno di un sistema di promozione.»

Fieracavalli da parte sua ha risposto con un pubblico appassionato, competente e curioso che ha fatto registrare un ottimo andamento delle vendite, come attestano le dichiarazioni di oltre 20 espositori (visibili sul sito www.fieracavalli.it).

«Siamo rimasti davvero sorpresi, con l’attuale situazione economica non ci aspettavamo un successo del genere» è il commento di SM Trade & Technology. «Sabato è stata una giornata di grande affluenza, con un pubblico che ancora acquista nonostante la crisi» è l’affermazione di Neil’s Boots. Dichiarazioni positive arrivano anche da Kep Italia «Questa è la fiera giusta per promuovere il mio prodotto. L’edizione 2011 ha superato di gran lunga ogni mia aspettativa» e da Rinco S.p.a. «Esponiamo a Fieracavalli da sempre, anche in momenti in cui Verona sembrava vivere le difficoltà del mercato. La mia scelta si è rivelata corretta.» «Segno che la manifestazione è stata ben centrata ed ha risposto alle effettive esigenze degli operatori», ha sottolineato il Direttore Generale, Giovanni Mantovani.

Da Fieracavalli sono emersi, inoltre, importanti segnali da parte delle istituzioni – da ASSI al MIPAAF, dal Ministero dell’Economia a AIA Italialleva, alla Fitetrec–Ante – con una rinnovata attenzione al mondo allevatoriale e sportivo. Anche su tale fronte Fieracavalli ribadisce il proprio ruolo strategico con l’accordo firmato ieri tra il Presidente di Veronafiere e il Presidente della FISE Andrea Paulgross che ha l’obiettivo di aumentare il calendario degli eventi sportivi, in particolare in fiera sotto il coordinamento della Federazione.

Una grande affluenza è stata registrata anche al Gala d’Oro Celebration, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia, che ha visto la presenza del IV Reggimento dei Carabinieri a Cavallo, ai quali Veronafiere ha regalato un cavallo sardo, consegnato dal presidente Riello al colonnello Francesco Azzaro, per ringraziarli dell’attività che l’Arma svolge per il Paese dalla sua istituzione e per la loro presenza alla edizione 2011 di Fieracavalli.

www.fieracavalli.it