Figli e figliastri

Il pesce puzza dalla testa, si diceva una volta e vale ancora oggi. Trecento giornalisti premiati sono stati ricevuti al Quirinale lunedì e un ricordo è andato ai colleghi caduti. Per Almerigo Grilz ucciso nell’87, Antonio Russo nel 2001 e Raffaele Ciriello nel 2002 neanche una parola. Erano gli unici non assunti, gli unici liberi professionisti senza grandi aziende alle spalle. Meritevoli quindi di essere scordati dalla massima istituzione dello Stato.