La figlia lesbica di Olmert: «Amara vittoria il Gay pride»

Gerusalemme. «Per noi è stata una vittoria amara», ha detto in un’intervista, Dana Olmert, una delle figlie del premier Ehud Olmert, commentando le propria partecipazione e quella della sua compagna, venerdì scorso, alla manifestazione del Gay pride nello stadio universitario di Gerusalemme, fra ingenti cordoni di polizia che hanno impedito attacchi da parte della comunità ultraortodossa. Ricercatrice di letteratura ebraica e responsabile di una casa editrice, attivista di estrema sinistra, Dana ha confermato per la prima volta di essere lesbica. Mesi fa aveva partecipato a una protesta contro il governo per la morte di una famiglia palestinese su una spiaggia di Gaza: il colpo sarebbe stato sparato dall’artiglieria israeliana.