La figlia di Santorum sta meglio, lui riprende la campagna elettorale

Il candidato italoamericano ha dovuto annullare diversi appuntamenti elettorali per correre al capezzale di sua figlia Isabella, ricoverata in ospedale a Philadelphia. Poi le condizioni di salute sono migliorate e lui riprende l'impegno politico, saltando, però, la Florida

E' in corso una durissima battaglia, tra i repubblicani, per conquistare la nomination e sfidare Obama. Eppure, nonostante gli attacchi personali, le accuse - spesso durissime - gli sgambetti e gli spot al veleno contro i rivali, c'è spazio anche per l'umanità. Tutti i candidati, infatti, hanno espresso la propria solidarietà a Rick Santorum, costretto a sospendere la campagna elettorale per correre da sua figlia Isabella, "Bella", ricoverata in un ospedale della Virginia per una polmonite. In un collegamento telefonico con i suoi supporter, in Florida, Santorum ha detto che i medici gli hanno anticipato l'intenzione di dimettere la bambina nel giro di pochi giorni.

In un’intervista alla Abc, ai primi di dicembre Santorum aveva rivelato che Isabella, la più piccola dei suoi sette figli, che ha tre anni è mezzo, è molto malata, soffre di una rara malattia genetica e la sua vita è "misurata in giorni e settimane". Dopo essersi visto riconoscere la vittoria in Iowa assegnata in un primo momento a Mitt Romney, secondo un sondaggio Reuters/Ipsos in Florida Santorum è dato al terzo posto, con il 16 per cento dei consensi, dietro a Newt Gingrich con il 32, e a Mitt Romney, con il 43.

La figlia migliora, Santorum riparte

Bella sta meglio e Santorum torna alla campagna elettorale. Ma non sarà in Florida - dove si vota domani sera - mentre si concentra sui prossimi appuntamenti del Nevada, Missouri e Minnesota. Attraverso un video dall'ospedale, il candidato si è rivolto agli elettori del Minnesota e ha spiegato che le condizioni della figlia - ricoverata in Virginia e non a Filadelfia - come sembrava in un primo momento - stanno migliorando.