IL FIGLIO CALCIATORE

Su richiesta delle nuove autorità libiche l’Interpol ha inserito il nome di Saadi Gheddafi, il figlio del Colonnello conosciuto in Italia per aver giocato brevemente in squadre della nostra Serie A, nella sua lista degli arresti urgenti contrassegnata dal codice rosso. Il primo ministro nigerino Brigi Rafini ha detto che «per il momento il Niger rifiuta di estradare Saadi Gheddafi, che è nelle nostre sicure mani a Niamey», dove è giunto due settimane fa. La popolazione nigerina è molto vicina a Gheddafi per via dei generosi aiuti di cui il Colonnello si è fatto carico: e il governo teme che l’estradizione del figlio sarebbe una mossa impopolare.
Intanto il Cnt libico ha annunciato l’arresto nei pressi di Sirte di Mussa Ibrahim, ex portavoce del regime di Gheddafi.