Figlio rapinatore Padre lo incatena

Stressato, preoccupato, addolorato un uomo di 54 anni, ha legato una grossa catena a una gamba del figlio rapinatore, 19 anni, per impedirgli di compiere altri reati. La polizia ha scoperto la vicenda dopo una telefonata anonima al 113. «Vediamo se ora hai il coraggio di uscire di casa», ha detto l'uomo al figlio dopo un violento litigio. È stato il tentativo estremo, ha spiegato il padre, per evitare che il figlio tornasse dietro le sbarre. Il giovane era finito in carcere nei giorni scorsi per avere derubato un passante. Gli agenti, pur capendo le motivazioni paterne, hanno dovuto denunciare il genitore per violenza privata. «Da tempo - ha detto il padre - mio figlio si comporta in modo strano. Torna a casa a orari impossibili. Temiamo che prenda una brutta strada, che frequenti cattive compagnie». Alla vista dei poliziotti che portavano in questura il marito per la denuncia, la moglie ha reagito disperata.