Il figlio svedese di Garrincha

da Rio de Janeiro

La famiglia svedese e quella brasiliana di Garrincha si sono finalmente riunite. Sono sbarcati a Rio Ulf Lindberg e Martin, ovvero figlio e nipote del fantastico dribblomane degli anni ’50. Storie di un calcio che fu, quando Garrincha seminava avversari e figli. Sposato a 15 anni, e ben presto con 7 figli a carico che poi divennero 10, Garrincha non si negò neppure l’avventura svedese: durante i mondiali vinti dalla Seleçao nel 1958, l’esuberante giovanotto (aveva 25 anni, essendo nato nel 1933) conobbe una svedese diciannovenne alla quale lasciò l’eterno ricordo di una notte d’amore. Ulf, che nacque nel 1959 ed ora ha 46 anni, e il figlio Martin (16 anni) sono sbarcati a Rio ricevuti da Rosangela e Marcia, due delle otto figlie di Garrincha (due figli sono morti). Domani a Pau Grande, nella zona interna dello Stato di Rio, dove è nato il campione (scomparso nel 1983), grande festa conviviale di tutta la famiglia. Ulf e Martin hanno chiesto anche di visitare la sede del Botafogo, la seconda casa di papà Garrincha e, per mostrare che buon sangue non mente, si sono tolti le scarpe davanti alla famiglia appena conosciuta ed hanno cominciato a palleggiare.