Figo senza polmoni Cassano è Fantantonio anche quando sbaglia

SAMPDORIA
5 MIRANTE. Un tempo ad assistere, compresa la magia di Ibrahimovic.
6 CAMPAGNARO. Lavora duro sulla fascia: l’aiuto saltuario di Stankevicius non basta. (dal 33’ st Lucchini sv)
6 GASTALDELLO. Preso in mezzo nell'azione del duetto fra Ibra e Mancini.
6 ACCARDI. Poco prima della mezz'ora rischia la pelle per fermare Ibrahimovic lanciato a rete.
7 STANKEVICIUS. Molto incisivo sulla fascia, quando ha spazio colpisce e vede la porta. (dall’11’ st Padalino 6)
6 SAMMARCO. Impegna Julio Cesar con un bel sinistro bloccato in due tempi.
6,5 PALOMBO. Corre molto, mai incisivo.

6 FRANCESCHINI. Un po' fumoso, quando c'è bisogno di picchiare si perde.
6 PIERI. Gioca in linea con gli altri tre difensori, cammina sui piedi di Figo e non lo perde mai. Compito non impossibile.
6,5 DELVECCHIO. Non è esattamente la spalla di Cassano, ma il gol del giusto 1-1 è proprio tutto suo. (dal 40’ st Dessena sv)
6,5 CASSANO. Fa delle cose alla Cassano, numeri e lanci nel vuoto, dribbling stretti e palloni sui tabelloni.
All.: Mazzarri 7. Se gli è andata bene, se lo è meritato.
INTER
5,5 JULIO CESAR. Sempre sicuro fino al gol che lo spiazza forse con colpa.
6 MAICON. Stordisce chiunque si presenti sulla sua fascia. Mette in mezzo palloni pericolosissimi, per fermarlo occorre abbatterlo.
6 CAMBIASSO. Impeccabile, entra in scivolata su una giocata di Cassano come uno stopper vecchi tempi. Assente sul gol.
6 MATERAZZI. Un ritorno senza macchie: non perde mai la testa, anzi la usa benissimo sulle palle alte.
5,5 MAXWELL. Niente di speciale ma fabbrica azioni delicatissime per la difesa doriana. Sta imparando a chiudere come un italiano, ma il cross della rete della Samp arriva dalla sua fascia.
6 STANKOVIC. Grande partita: un calciatore ritrovato rispetto alla stagione scorsa.
6 MUNTARI. La sua è l'identica partita giocata con la Roma, carattere e continuità. (dal 26’ st Jimenez sv)
6 ZANETTI. Molto più concreto del solito.

5,5 FIGO. La classe non è persa, parte dei polmoni sì. (dal 26’ st Crespo sv)
7 IBRAHIMOVIC. Il gol, braccio o non braccio, è un gol alla Ibra. Serve un pallone a Mancini mentre retrocede con gli occhi bendati e glielo mette sul piede.
6 MANCINI. Farfalleggia su un bel pallone di Maicon in area ma quando Ibra lo richiama alla realtà duetta con lui come all'opera. (dal 18’ st Balotelli 6)
All.: Mourinho 6. Non trova rimedi quando la Samp prende in mano la gara.
Arbitro: Rosetti 6. Dubbi sul gol dell'Inter e su un rigore non concesso a Mancini.