Figueroa: «Sto bene, lo dimostrerò»

Ci sono i volti nuovi come quelli di Bovo, Paro e Papa Waigo, ma le attenzioni sono tutte per una faccia nota, quella di Lucio Figueroa. L’argentino riceve l’abbraccio della decina di tifosi che si sistemano fuori dal Sheraton Hotel dove il Genoa ieri sera ufficialmente ha dato via alla sua stagione.
Questa mattina alle 11 a Pegli ci sarà l’incontro con i tifosi ed un primo allenamento prima della partenza per Neustift in Austria. È lì che la squadra rossoblù agli ordini di Giampiero Gasperini e del suo staff comincerà a lavorare per preparare al meglio il ritorno in serie A. Ed è lì che l’argentino Figueroa cercherà di dimostrare di essere pronto all’avventura rossoblù non da lungodegente ma da protagonista: «So bene quanto la società e i tifosi aspettino di vedere quali sono le mie condizioni. Fisicamente mi sento a posto, ho lavorato con intensità e sono ottimista. Ringrazio la gente per l’affetto che mi sta dando. È uno stimolo per vincere la mia sfida».
Sulle gambe dell’attaccante si vedono i segni degli interventi chirurgici ma anche il medico rossoblù Genesio si dice ottimista: «Lucio si è impegnato molto e penso che sia convinto delle possibilità che ha per rientrare. Se lo meriterebbe per tutti i sacrifici che ha fatto».
Allo Sheraton non ci sono i dirigenti presenti perché stanno lavorando al mercato. Nel mirino sempre i rinforzi per la difesa come Legrottaglie. Situazione in stallo, ma questo Genoa non ha fretta anche se un giocatore molto esperto come Gaetano De Rosa è il primo a dire che sarebbe felice per l’arrivo di nuovi compagni di reparto: «Ci aspetta un campionato difficile e per questo pur ritenendo che siamo già ora competitivi sarebbe importante rinforzare la rosa. La società sa quello che deve fare e mi pare che si stia muovendo con intelligenza».
Ventisei giocatori in tutto, ma non è escluso che venga aggregato qualche elemento della Primavera di Chiappino, ed un punto di forza: il gruppo che l’anno scorso ha permesso alla squadra di ottenere la promozione. Omar Milanetto, leader del centrocampo, esalta questa scelta della società: «Quasi tutti i giocatori con i quali abbiamo ottenuto la serie A finora sono rimasti. È un bel segnale. Si può ripartire con lo stesso entusiasmo di come abbiamo finito».
Sul piede di partenza però ci sono, oltre al portiere Pegolo per cui le richieste non mancano, l’attaccante Greco e il centrocampista Galeoto. In prova il brasiliano Danilo. I maggiori dettagli della partenza per l’Austria verranno resi noti oggi mentre un dato certo c’è già: gli abbonamenti hanno superato quota tredicimila.