Figura di «monnezza» La Iervolino morosa per le tasse sui rifiuti

Un colpo da maestro nell’arte del predicare bene e razzolare male, quello messo a segno dal comune di Napoli, che sta approntando in questi giorni una task force per stanare gli evasori della Tarsu (la tassa sui rifiuti). L’idea di beccare i circa 10mila furbetti napoletani e fargliela pagare (la multa) è sacrosanta, ma dare il buon esempio è ancora più importante. Il comune di Napoli invece è moroso, proprio sulla Tarsu, nei confronti del comune di Cercola, popoloso centro campano; qui l’amministrazione Pd guidata dal sindaco Rosa Russo Iervolino possiede alcuni immobili, per i quali dovrebbe pagare la Tarsu. Dovrebbe, appunto. A Cercola aspettano ancora 45.103 euro per gli anni 2001-2005.