«A fil di spada»: se la scherma dà spettacolo

Marco Morello

Il busto eretto e le gambe piegate, i muscoli tesi e il fiato trattenuto in gola, mentre intorno regna il silenzio, in attesa che parta quel colpo sontuoso, decisivo per l’incontro. È uno sport anomalo la scherma, si muove controcorrente: l’agone non dura che qualche minuto, ma in un intervallo tanto ridotto riesce a sprigionare tutta la sua spettacolarità. Eppure, nonostante si tratti della disciplina che ha dato maggior lustro all’Italia alle Olimpiadi, arricchendo il medagliere nostrano di più di 100 esemplari, rimane quasi sconosciuta al grande pubblico. Per invertire questa tendenza si rinnova l’appuntamento con «A fil di spada», il torneo internazionale che vede i nostri migliori atleti contrapposti alle stelle del resto del mondo. Lunedì prossimo sulla Terrazza del Pincio, a partire dalle ore 21.30, saranno molteplici le ragioni per distrarsi dal panorama di Roma con indosso il vestito da sera. «Non è un caso che qui ci sia io e non il mio collega dello sport - ha esordito Gianni Borgna, assessore comunale alla Cultura, nel corso della presentazione dell’evento in Campidoglio -. Vogliamo promuovere la scherma anzitutto come un momento di intrattenimento per tutti».
Gran cerimoniere sarà Renzo Musmeci Greco, rappresentante di una famiglia che da generazioni è votata a questa disciplina. «Il cinema - chiosa Musmeci - vanta una grande tradizione di duelli. Mio padre negli anni Trenta ha inventato la professione di maestro di scherma, sfociata in un vero e proprio filone che si è sviluppato in forte sinergia con Roma. Sulla scia di questa eredità, abbiamo volutamente allargato la parte scenica per coinvolgere il più possibile la gente». Le discipline in gara saranno il fioretto femminile e la sciabola maschile, facili da seguire anche per i non addetti ai lavori. In pedana saliranno i più grandi talenti: per l’Italia, oltre a Giovanna Trillini, Valentina Vezzali e Luigi Tarantino, ci sarà anche Aldo Montano: «La serata - ha spiegato lo schermitore habitué delle cronache rosa - sarà l’occasione buona per confrontarsi contro i più forti, nomi del calibro del campione del mondo Mihai Covaliu». La squadra vincitrice si aggiudicherà il «2° Trofeo Diunamai», mentre ai due atleti più meritevoli verrà assegnata da una giuria di vip ed esperti la «Coppa Européenne de Gestion Privée».
A impreziosire la serata, accompagnata dalle note della banda musicale della Guardia di Finanza, la rappresentazione di alcune scene tratte dal Cyrano De Bergerac, il più romantico e «pungente» dei personaggi che abbia mai praticato la scherma. E sarà anche l’occasione per celebrare Domenico Modugno, che con il suo musical Rinaldo in Campo per primo ha portato sulle scene l’arte del duello, dimostrandosi un prode spadaccino: al padre dei cantautori italiani andrà il «Memorial Enzo Musmeci Greco».
Fra tre settimane a Torino inizieranno i Campionati del mondo di scherma: «A fil di spada» vuole anticiparne le emozioni, ognuna a cavallo tra sport e spettacolo.
Lunedì ore 21.30, Terrazza del Pincio, ingresso gratuito. Informazioni: 06.3212343, 06.3212600.