In fila per i segreti di Palazzo Marino

Per tutto il giorno aperte al pubblico le sale del Comune

C’era chi vive a Milano da sessant’anni e chi ci passa davanti ogni giorno per andare al lavoro. Ieri Palazzo Marino ha aperto le porte alla città e più di 1.500 milanesi hanno accettato l’invito: alcuni interessati a scoprire le bellezze architettoniche dell’edificio di Galeazzo Alessi, altri determinati piuttosto a vedere le stanze dove si prendono le decisioni sulla città.
«Ho deciso di venire perché ero curiosa di vedere la sala della Moratti - ammette Daniela, accompagnata dalla figlia Denise - e poi abito in provincia di Milano ma dentro al Comune non ero mai entrata».
Il Touring ha deciso di festeggiare così il suo anniversario: mostrando ai suoi turisti i segreti della loro città.
Un’idea che ha riscosso molto successo, soprattutto tra chi a Milano ha trascorso tutta la vita. «Sono molto contenta - rivela la signora Liliana prima di cominciare la visita guidata nelle stanze del Comune - abito qui da sempre ma non ero mai potuta entrare dentro Palazzo Marino».
Non solo anziani, Marco frequenta ancora l’università e ha pensato di portare la ragazza ad ascoltare il concerto della Civica orchestra di fiati: «Quando ho visto il programma ho pensato: perché no? Magari Il Cortile d’onore del Palazzo è pure un luogo romantico!».