La Filarmonica chiude la stagione con Zubin Mehta

Pietro Acquafredda

Chiusura in grande stile per le principali stagioni musicali della capitale. Un via vai di star della bacchetta, quasi sempre con orchestre al seguito, perché oggi nessuno ha tempo di fermarsi a lavorare con orchestre delle città ospitanti, a causa dei vorticosi ritmi di vita che non hanno risparmiato neppure l’organizzazione musicale: si arriva in una città, concerto in serata e poi, all’indomani, si riparte.
Tra una decina di giorni, per i tre concerti conclusivi della stagione a Santa Cecilia, arriverà la New York Philharmonic con Lorin Maazel; ma alcune presenze importanti, seppure con esiti alterni, si sono avute già nei giorni scorsi. Alla Filarmonica - mezza vuota!- un algido e legnoso Herreweghe ha diretto l’Orchestra degli Champs Elisées; mentre, alla Iuc, accoglienze trionfali, meritatissime, ha raccolto l’aitante Ashkenazy a capo dell'Orchestra di Padova e del Veneto, nell'aula magna della Sapienza, stracolma di pubblico.
L'Accademia Filarmonica chiude la stagione con un direttore che davvero non sarebbe venuto a Roma se non in compagnia della sua orchestra italiana, l’Orchestra del Maggio fiorentino, l’indiano Zubin Mehta.
La storica istituzione fiorentina ed il suo festival - fra i più antichi d’Italia - sta attraversando un momento di grave crisi economica e di identità; ha navigato negli ultimi mesi in grandi difficoltà, e solo da poco si è ricostituito il suo vertice, attorno a Mehta, che della qualità dell’Orchestra è da vent’anni il solerte garante e artefice.
Il programma di Mehta spazia in quasi tre secoli di storia musicale: dalla Sinfonia concertante per fiati di Mozart, K297B, di dubbia attribuzione ma di sempre gratificante ascolto, alla Passacaglia op. 1 di Webern, dei primi del Novecento, passando per l’Ottocento sinfonico postbeethoveniano di Johannes Brahms, di cui propone la Sinfonia n. 1. Da non mancare. Prendere nota: il concerto inizia alle ore 20
Accademia Filarmonica. Teatro Olimpico, questa sera alle 20. Direttore Zubin Mehta. Musiche di Mozart, Brahms, Webern. Biglietti da 27 a 37 euro. Informazioni: 06-3265991.