Filarmonica, Rimini eletto presidente

L’avvocato, nominato all’unanimità dai soci, succede a Confalonieri

Nessun colpo di scena. Il nuovo presidente dell’Orchestra Filarmonica della Scala è il noto avvocato milanese Cesare Rimini. Ieri alle 17.30 l’assemblea dei soci si è riunita presso il Teatro alla Scala per eleggere il successore di Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, che si era ritirato dalla guida dell’associazione dopo le dimissioni del maestro Riccardo Muti dalla direzione artistica del Piermarini. Rimini, che era stato indicato dal consiglio di amministrazione nella riunione del 10 ottobre, è stato eletto dai soci all’unanimità. La sua prima uscita pubblica nella nuova veste è prevista per il 28 ottobre, quando alla Scala parteciperà alla presentazione della Stagione dei concerti 2005-2006 della Filarmonica.
Cesare Rimini, che ha settantatré anni, è tra i più noti avvocati matrimonialisti milanesi. È stato per sette anni presidente dell’Istituto neurologico C. Besta, ha tenuto rubriche per la Rai ed è collaboratore del Corriere della Sera e di riviste e periodici. Accanto alla copiosa produzione giuridica, ha sviluppato un’intensa attività letteraria e recentemente ha scritto anche due libri per bambini, illustrati da Emanuele Luzzati, e un breve racconto satirico sulla giustizia, Il tribunale per i maggiorenni.
Si terrà invece ai primi di novembre l’assemblea della Fondazione Teatro alla Scala che dovrà rinnovare il cda in scadenza.