Filarmonica Salvatore Accardo affronta le «Quattro stagioni»

L’Accademia Filarmonica ritorna su Vivaldi invitando questa sera Salvatore Accardo, accompagnato dall'Orchestra da Camera Italiana - un ensemble che egli stesso ha creato. Ad Accardo la Filarmonica ha affidato un’opera che da sempre costituisce il banco di prova di tutti gli interpreti di Vivaldi; senza, per questo, richiedergli di modificare il suo pensiero in fatto di interpretazione vivaldiana, adeguandosi alla prassi stilistica ed esecutiva più recente e più aggiornata, oggi diffusissima. Accardo interpreterà le famosissime «Quattro stagioni» - i quattro Concerti per violino ed archi, dall’op. 8.
Le «Stagioni» chiuderanno il concerto che si aprirà, invece, con tre diversi concerti per più solisti. Si ascolteranno, ancora di Vivaldi, uno dei numerosi (ben 25) concerti per due violini («Concerto in re minore», RV 514); l'unico per tre violini («Concerto in fa maggiore», RV 551) e il «Concerto in si bemolle maggiore per violino e violoncello», RV 547. Teatro Olimpico. Ore 21. Info: 06 3201752.