Filettino, ecco il Comune che si crede un principato

Il paesino nel frusinate protesta contro la soppressione dei piccoli Comuni con una provocazione: fondare un principato. Con tanto di stemma e banconote proprie

Frosinone - Ha già fatto parlare di sé per aver coniato banconote proprie. Ora il Principato di Filettino, dopo lo stemma e le prime magliette sbarca su internet. Così da questa mattina il sito del principato è online e conterrà notizie, foto, curiosità, interviste e rassegna stampa. Per evitare la soppressione e l’accorpamento con Trevi nel Lazio (distante solo una decina di chilometri), il primo cittadino ha avviato il progetto per realizzare il "principato". Un’idea che ha subito scatenato tanta attenzione e curiosità, finendo su tutti i principali media italiani e richiamando anche l’attenzione del New York Times, della prima rete della tv di Stato russa e perfino di uno dei più importanti quotidiani del Giappone.

"Federalismo comunale" Sellari, che guida una lista civica vicina al Pdl, sostiene: "Il nostro è il primo vero esempio di federalismo comunale. In un momento in cui in Italia si parla tanto di riforma federale, noi cerchiamo di fare fatti concreti con un progetto innovativo che, proprio per questo, sta riscuotendo consensi e successo. Puntiamo davvero a conquistare vera autonomia di gestione e abbiamo le risorse finanziarie per farlo". E per attivare l’iter che porterebbe  all’autonomia il paese, il sindaco ha chiamato il addirittura l’avvocato Carlo Taormina.

L'attenzione dei media internazionalei Dagli Usa alla Russia, fino al Giappone, il futuro "principato" ha intanto assunto una dimensione internazionale. Persino un inviato del prestigioso New York Times ha realizzato un ampio servizio sul paese. È bastato lanciare la sola idea del principato, sulla cui realizzazione il sindaco ancora scommette, per finire sotto i riflettori dei media, italiani e non. "Diventare principe - ha raccontato il sindaco all’inviato del New York Times - è il sogno di tutti ed è anche il mio. Il mio obiettivo è trasformare il paese. Dopo il decreto del governo abbiamo deciso di partire ufficialmente con questo progetto. Immagino un paese diverso rispetto a oggi e vogliamo arrivare presto a costituire il nostro principato. Tra le mie sfide ho messo anche questa. Abbiamo già una soluzione che arriverà a concretizzarsi".

La curiosità dei turisti A Filettino, intanto, continua l’arrivo di turisti e curiosi, anche da fuori regione. "C’è un flusso di turisti strepitoso - ha detto Sellari - vengono anche da centinaia di chilometri. In questi giorni abbiamo raggiunto le 20 mila presenze. C’è un turismo giornaliero in grande crescita". In dieci giorni, al Comune sono arrivate circa 12 mila e-mail, mentre il fiorito, la banconota del principato, continua ad andare a ruba: anche oggi ne sono state consegnate alcune centinaia di esemplari.

L'appello a Berlusconi Il prossimo 17 settembre è stato convocato proprio a Filettino un vertice di tutti i piccoli comuni, a cui è stato invitato anche il premier. "Si festeggia l’Unità d’Italia - ha detto il sindaco - poi si vogliono cancellare i comuni e la dignità degli italiani. Il presidente Berlusconi venga a confrontarsi con i sindaci dei piccoli paesi. Vogliamo aprire un dialogo con il governo. Si fa prima e meglio a togliere dodici parlamentari che costano allo Stato come duemila piccoli comuni".