Filiberto, novello Mecenate

È rimasto in Campidoglio mezz’ora filata. E dopo aver finalmente liberato il sindaco Alemanno ha mostrato ai fotografi un sorriso regale a 24 denti. Emanuele Umberto Reza Ciro René Maria Filiberto di Savoia, noto alle cronache rosa più semplicemente come Emanuele Filiberto, nipotino trentaduenne dell’ultimo re d’Italia, ieri ha reso visita ufficiale al primo cittadino di Roma, per annunciare a lui e al mondo la propria «disponibilità ad aiutare l’amministrazione per progetti culturali e operazioni di beneficenza». In attesa di trasformare in atti l’intenso impeto al mecenatismo, il nostro è tornato a casa con una medaglia d’argento (cadeau del Comune) con l’effigie dell’imperatore filosofo Marco Aurelio.