Filippine Ucciso il capo degli islamici rapitori di Vagni

Ucciso nelle Filippine il cervello del sequestro di Eugenio Vagni, il volontario italiano della Croce rossa tenuto in ostaggio tra il gennaio e il luglio 2009. Albader Parad, un dirigente di Abu Sayyaf, è stato eliminato dai marines filippini insieme con altri cinque ribelli del gruppo vicino ad Al Qaida. Nella notte tra sabato e domenica i militari hanno attaccato un campo della guerriglia in un villaggio sull’isola meridionale di Jolo. Nello scontro a fuoco protrattosi per diverse ore è stato ucciso anche un cugino di Umbra Jumdail, il leader supremo di Abu Sayyaf.