Film, aria condizionata e cabaret nelle «oasi estive» per anziani

Al Porto antico scooter elettrici, sconti e menu in «braille» per i disabili

Chiara Ennas

Gli anziani e le persone diversamente abili avranno un’estate tutta per loro: il Teatro della gioventù di Genova e il cinema Ambra di Campomorone da oggi diventano infatti delle vere e proprie «oasi estive», mentre coloro che hanno un qualsiasi handicap possono godere del porto Antico nell’ambito dell’iniziativa «Mobility night», con l’opportunità di usare gratuitamente scooter elettrici a quattro ruote, usufruire di numerosi sconti e in alcuni ristoranti addirittura del menu in codice braille.
Tutto questo, come sottolineano Maria Cristina Castellani, assessore alla Cultura, e Giulio Torti, assessore alla Politiche sociali, è frutto «di una forte collaborazione fra il Comune di Genova, quello di Campomorone, la fondazione Carige, la Provincia e la Regione, nonchè con la cooperativa sociale onlus “La Cruna“ e il Teatro della gioventù». Si aggiunge anche lo sportello informativo «Terre di mare», cui è possibile rivolgersi per informazioni su un turismo senza barriere, accessibile davvero a tutti. Da oggi fino al 20 settembre, dalle 17 alle 24, le persone disabili possono usare gli scooter elettrici (da prenotare a «Terre di mare» e da ritirarsi comunque entro le 19) e, con il loro accompagnatori, usufruire di sconti sia nei negozi che nei bar e ristoranti, senza dimenticare l’Acquario, il Museo del Mare e il Bigo. Naturalmente non si tralascia neppure un aspetto più culturale come può essere il cinema, perché «il sociale vada davvero a braccetto con la cultura», per dirla con le parole di Castellani, e allora al Teatro della gioventù, tutti i giorni dalle 13 alle 18, e al cinema Ambra di Campomorone, nei pomeriggi di lunedì, mercoledì e venerdì, tanti i film in programma. Si inizia il 25 luglio con «Concorrenza sleale» di Scola, si prosegue ad esempio il 27 con «L’importanza di chiamarsi Ernest», il primo di agosto con il recente «Tu la conosci Claudia», o, ancora, il 22 con «Speriamo che sia femmina» di Monicelli, per concludere con il 26 con «Nuovo cinema paradiso» di Tornatore. Nella pausa fra i due tempi dei film sono previste attività di svago e spettacolo, con artisti genovesi, ma anche comici di passaggio, che offrono mezz’ora o un’ora del proprio tempo per intrattenere gli spettatori, cui viene offerto anche gelato gratuitamente o quasi.
La cooperativa sociale «La cruna» ha inoltre pubblicato e mette a disposizione una guida, piccola ma esauriente, dal titolo esplicativo: «Genova per tutti noi, guida per il turismo senza barriere», con la quale è possibile scoprire la miriade di alternative che Genova offre. Sono infatti segnalati tre diversi percorsi, da Principe a De Ferrari, l’Acquario e tutti i 60 mila metri quadrati del porto Antico e infine il centro storico, accessibili alle persone che usano la carrozzina, ma che per questo non vogliono rinunciare alle ricchezze cittadine, ai teatri, palazzi, biblioteche, musei, alberghi, ristoranti e negozi. Ovviamente non necessariamente chi usa questa guida o gli scooter elettrici deve essere in carrozzina, perchè la guida è dedicata anche a chi ha difficoltà a muoversi solo temporaneamente o agli anziani, e proprio verso questi ultimi il Comune rinnova le quindici raccomandazioni per affrontare serenamente l’estate e il caldo, dall’evitare le ore centrali della giornata allo scegliere un abbigliamento fresco, evitando anche bevande gassate o troppo zuccherate. E per dimostrare di aver preso in considerazione queste indicazioni il nome di «Oasi estive per la terza età» non poteva essere più esplicativo: divertimento e aria condizionata sono assicurati.