Film, arte e scrittori col caldo la cultura si rifugia nei chiostri

Eventi, incontri, laboratori e dibattiti: apre domani la stagione dell’Umanitaria ideata per chi resta in città

Marta Bravi

Inizia domani, giorno del solstizio, la stagione estiva che l’Umanitaria organizza per il diciannovesimo anno consecutivo per allietare le giornate dei milanesi. Un calendario ricco di eventi, dal cinema all’aperto agli incontri culturali, dalle mostre ai laboratori per bambini: tutte le discipline e le arti vengono coinvolte nel ricco programma che si snoda giorno dopo giorno fino al 21 settembre.
Nei chiostri rinascimentali di via Daverio 7 la giornata inizia presto: alle 8,30, infatti, partono le «Botteghe per l’Infanzia», laboratori per bambini dai 4 ai 10 anni che la società Umanitaria, in collaborazione con «Nuova Educazione», sperimenta quest’anno per la prima volta. Tema di «Itinerari», così si chiamano i laboratori didattico-creativi, è l’interculturalità: ogni settimana si parlerà di una civiltà del passato che verrà scoperta attraverso usi, costumi e cultura. Un viaggio attraverso i popoli condotto con un approccio interdisciplinare che prevede durante la giornata, che si conclude alle 17,30, laboratori di musica, cucina, arte, creatività e psicomotricità (info 02-5412.1834).
Il tardo pomeriggio, invece, è dedicato agli adulti: stiamo parlando del «Pomeriggio nei chiostri» che presenta, per l’ottavo anno consecutivo, insieme a AIB Lombardia e Arte da Mangiare, attività «speculare» a quanto accade durante l'anno all’Umanitaria. Un giorno della settimana alle 18 (ingresso libero) è dedicato ad un argomento diverso: il lunedì la rassegna «Caro docente» propone approfondimenti a tema libero, il martedì si parla di Milano e della sua storia con «Il canton del meneghin», il mercoledì si potranno incontrare gli scrittori di viaggio dalla Bolivia all’Africa passando per New York. Anche il giovedì è dedicato ai viaggi con «Uno sguardo sul mondo» con i reportage di Roberto Cossu, che saranno arricchiti da musica, diapositive, documentari e degustazioni. Quattro incontri per il torneo di Burraco il 27 giugno, il 19 luglio, il 12 e il 20 settembre.
Tornano anche, per l’ottavo anno consecutivo, le proiezioni serali all’aperto nell’incantevole contesto del chiostro dei Glicini: tutti i giorni alle 21 (dal 4 agosto il venerdì e il sabato doppio spettacolo alle 20,40 e alle 22,30) si potrà assistere a una rassegna cinematografica di qualità curata da Anteospaziocinema. Quattro mostre completeranno il quadro artistico della stagione estiva, inaugura Nadia Formentoni con «pensieri per aria», cui seguiranno (11 luglio) le installazioni aeree di Francesco Cucci, l’«indagine silenziosa» di Giuseppe Prenzato (26 luglio), l’installazione in ferro di Stefano Soddu e la mostra fotografica su Lucio Battisti (5 settembre).
Conclude la rassegna «Tibet in Umanitaria»: una settimana di mostre, incontri tra cui uno con i monaci buddhisti, film, conferenze.