Un film di Hollywood sul mostro di Firenze

Dal carcere di Perugia, al terzo posto della classifica Usa sugli scrittori più letti, fino a diventare protagonista di un prossimo film di Hollywood. «Dolci colline di sangue», il romanzo sul mostro di Firenze scritto assieme a Douglas Preston dal giornalista Mario Spezi - arrestato e poi scagionato nell’ambito delle inchieste sulle uccisioni delle coppiette avvenute fra il 1968 e il 1985 - è infatti un bestseller negli Stati Uniti. E i diritti cimematografici del libro sono stati acquistati dello sceneggiatore premio Oscar Christopher McQuarrie (che ha firmato «I soliti sospetti»). La pellicola, che sarà prodotta dalla Jinks/Cohen anche con i retroscena non presenti nella versione italiana del libro, come quelli che portarono all’arresto di Spezi.