«Il film su di me? Preferirei da morto»

«Fosse per me, avrei preferito che un film me lo facessero da morto». È con queste parole che Giulio Andreotti commenta - intervistato da Panorama - la realizzazione di un film sulla sua vita, in un articolo che anticipa stralci della sceneggiatura del film. Della pellicola, diretta da Paolo Sorrentino e interpretata da Toni Servillo, che uscirà a maggio del prossimo anno con il titolo «Il divo», aggiunge: «Di questo film so solo quello che ho letto ma preferisco non commentare qualcosa che non capisco e di cui non ho visto proprio nulla, ho deciso di rimanerne fuori», taglia corto Andreotti.