Film per tutti tra futuro e natura

Oggi al cinema Instabile di via Cecchi seconda giornata per «X_Science: Cinema tra Scienza e Fantascienza», l'evento cinematografico organizzato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università di Genova e il Genova Film Festival (Associazione Culturale Daunbailò).
Dopo il successo della serata inaugurale, la manifestazione entra nel vivo con «X_Shorts», il concorso nazionale riservato ai cortometraggi. I film selezionati sono 8: «100 x Cent» della toscana Teresa Paoli crea una visione da incubo di un futuro perfetto dove le famiglie sono fabbricate su misura da un'agenzia universale; «The Silver rope» dei milanesi Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, ipotizza un futuro in cui si verifica un'incredibile scoperta scientifica: la localizzazione fisica dell'anima nel corpo dell'uomo; il concetto di tempo è invece al centro di «Do you see me?» del napoletano Alessandro de Cristofaro, finalista ai Nastri d'Argento 2006 grazie alla segnalazione del Genova Film Festival. L'energia inespressa e ancora sconosciuta dell'uomo è al centro di «La piccola parte» del bolognese Stefano Piciché. Un videogame veramente interattivo porta poi il protagonista di «The GlowGame», diretto da Henry Secchiaroli, ai confini della realtà; mentre in «Little White Wires», del romano Massimo Amici, si riflette su come la tecnologia stia inevitabilmente allontanando l'uomo da se stesso. Parodie sul cinema di fantascienza gli ultimi due cortometraggi in concorso: «Nello spazio di un secondo» di Alessandro Villamira, si parla di un viaggio nello spazio di una coppia strampalata a bordo di una 500 bianca; «01-klm» di Guglielmo Favilla e Alessandro Izzo, è un episodio dedicato alla fantascienza .
La seconda giornata di «X_Science» si conclude con il documentario capolavoro di Werner Herzog «Grizzly man», presentato in collaborazione con Fandango.
«La notte della fantascienza» inizierà invece dopo le 24, e quindi da domani, con una vera e propria notte bianca dedicata ai capolavori del cinema di fantascienza americana degli anni Cinquanta. Il primo film in programmazione sarà «Ultimatum alla Terra» (The Day the Earth Stood Still, Usa, 1951) di Roberto Wise. Sarà quindi la volta di «L’esperimento del Dottor K» (The Fly) di Kurt Neumann, interpretato da un ottimo Vincent Price . La notte terminerà quindi con «Radiazioni BX distruzione uomo (The incredible Shrinking Man, 1957) di Jack Arnold, nel quale il protagonista rimpicciolisce fino al punto da considerare la sua stessa casa un percorso di guerra.L' ingresso sarà libero fino ad esaurimento posti.