Filma lo stupro, arrestato bengalese

Un bengalese di 33 anni è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia Roma Eur per aver violentato una connazionale di 21 anni, alla quale aveva subaffittato una stanza in viale Leonardo da Vinci, a San Paolo. La vittima e il marito condividevano l’appartamento con l’arrestato e la moglie da sei mesi pagando loro una cifra per il subaffitto. Approfittando dell’assenza in casa della sua donna e del marito della ragazza, il 33 enne ha tentato un primo approccio offrendo alla ragazza di non farle pagare l’affitto chiedendo in cambio un rapporto sessuale. Al rifiuto della donna il bengalese ha cominciato a picchiarla prendendola a calci e pugni, trascinandola in una stanza dove aveva già, con premeditazione, collocato una telecamera perché riprendesse il rapporto. A quel punto l’ha violentata sotto la minaccia di un coltello. Dopo l’accaduto, la ragazza ha avuto la forza di avvisare il marito, che si trovava al lavoro, che ha dato l’allarme ai carabinieri.
Sul posto sono intervenuti i militari che hanno rintracciato e arrestato lo stupratore non distante dalla sua abitazione. La vittima è stata trasportata al Sant’Eugeni. L’arrestato, che dovrà rispondere di violenza sessuale è stato condotto a Regina Coeli. Video e coltelli sequestrati.