Filo spinato antirom all’asilo

È il filo spinato l’ultima «frontiera» delle politiche d’integrazione del Campidoglio. Lo stesso utilizzato per le prigioni o per lager tristemente famosi, e che questa volta per fortuna avrà «solo» la funzione di impedire le incursioni dei rom. «Questa mattina a Spinaceto - denuncia il consigliere di An in XII municipio, Sveva Belviso -, nella scuola materna di via Ettore Arena (confinante con l’insediamento nomade di Tor De’ Cenci, ndr), arriveranno gli operai inviati dall’Ufficio tecnico del XII municipio per cominciare i lavori. Il filo spinato sarà collocato sopra un muro di cinta alto 2 metri, che nelle ultime settimane più volte alcuni rom minorenni hanno scavalcato compiendo dei furti all’interno della materna in orario scolastico. Avevamo chiesto un presidio dei vigili urbani, ma il presidente Prestipino ha spiegato che non c’erano fondi». E quindi via con la nuova fortificazione. Di qua una scuola, di là l’insediamento nomadi: una scena emblematica, specie di questi tempi.