La filosofia del surf e il cinema di John Milius

Era una piccola succursale di Cinecittà, Santa Marinella, quando Roberto Rossellini e Ingrid Bergman trascorrevano le vacanze nella loro villa in riva al mare, che si trasformava ogni anno in un crocevia di attori e registi famosi. Rossellini girò anche a Santa Marinella molte scene di Francesco giullare di Dio. Per questa località il cinema è dunque un grande amore. Così il Santa Marinella Film Festival, arrivato alla sua terza edizione, si apre oggi nell’arena Lucciola (via Aurelia 311), e inaugura con un omaggio ad Amedeo Nazzari. Proprio quest’anno si celebra infatti il centenario della nascita dell’attore sardo, che è stato il primo divo italiano del cinema sonoro. Si apre quindi con La cena delle beffe interpretato da Nazzari e firmato da Alessandro Blasetti. La pellicola del ’41 ambientata nella Firenze del Quattrocento, restò nella storia, oltre che per il suo valore artistico, anche perché fu al centro di un grande scandalo, mostrando sul grande schermo il primo seno nudo della storia del cinema italiano sonoro (quello di Clara Calamai). Sempre per celebrare il grande attore sardo il festival chiuderà con la proiezione de Il bandito di Alberto Lattuada (5 agosto), in cui Nazzari recita accanto ad Anna Magnani: la pellicola valse all’attore il Nastro d’Argento per l’interpretazione. Tra i grandi del cinema che animeranno il festival ci sarà John Milius, il celebre regista statunitense del film-culto Un mercoledì da leoni: la pellicola, che sarà proiettata alla presenza del regista domenica 29, rappresenta un viaggio nell’America degli anni ’60 e ’70, vista dagli occhi di tre amici surfisti alle prese con il difficile passaggio dall’adolescenza alla maturità. Alla sua uscita nelle sale, nel ’78, il film fu un clamoroso insuccesso («schiacciato» da Guerre stellari di Lucas e Incontri ravvicinati del terzo tipo di Spielberg), mentre successivamente venne consacrato alla storia del cinema. E anche se Santa Marinella non può vantare le spiagge e le onde lunghe della California è comunque considerata la location privilegiata per i surfisti del litorale: così venerdì 27 luglio si terrà l’evento «The Big Wave», in cui Milius incontrerà allo Sporting Club Riva di Traiano (Civitavecchia) il pubblico e gli appassionati di surf per parlare del suo cinema e presentare un filmato che raccoglie le più suggestive scene di surf girate dal regista. Oltre che sul grande cinema del passato, il festival punta anche sul cinema del futuro, così dedica una rassegna sul giovane cinema italiano d’autore, divisa in tre sezioni. Disagio giovanile, commedia e «Cortoacquario», dedicata ai cortometraggi che hanno come tema il mare. Info: 0766-537981.