Finalmente Baptista ma Spalletti attende altri rinforzi

Ieri sera l’ultimo test a Frosinone, nel quale si è rivisto (per uno spezzone di gara) anche Francesco Totti. Ma la notizia del giorno è l’acquisto di Julio Baptista. Un acquisto che si attendeva da tempo, trattative arenate per le richieste economiche del giocatore del Real. L’accordo tra la «Bestia» (come è soprannominato in Spagna il brasiliano) e i responsabili giallorossi è stato raggiunto ieri. Decisivo il blitz del ds giallorosso Daniele Pradè, volato a Madrid insieme a Bruno Conti e alla responsabile finanziaria Cristina Mazzoleni per chiudere l'affare (con loro anche Ernesto Bronzetti). Il nazionale verdeoro non voleva scendere sotto un ingaggio di tre milioni, la Roma ne offriva due più incentivi, per non sforare il tetto salariale. Alla fine accordo raggiunto: contratto quadriennale, al Real andranno 12 milioni di euro più mezzo milione a stagione nel caso la Roma si qualifichi per la Champions nei prossimi due campionati. Julio Baptista è il primo rinforzo di una squadra che necessita almeno di altri due ritocchi: un esterno e un portiere, viste le condizioni precarie di Doni e la scarsa affidabilità mostrata da Arthur.