Finalmente Milano "scopre" Giovannino

Guareschi. Una serie di eventi per ricordare il "papà" di Don Camillo a 100 anni dalla nascita

In esposizione fino al 22 novembre, a Milano, al Tufano Studio 25 (via Col di Lana 14) «Agenda», una rassegna libera che vuole rappresentare il supporto fotografico vero e proprio e percorre insieme le molteplici possibilità di questo linguaggio, che è diventato ormai d’uso comune in ogni momento della nostra giornata. Nell’esposizione si può rilevare come alcuni fotografi imitino volentieri la pittura, mentre alcuni pittori prendano la fotografia come modello in quanto non ci sono più regole fisse. La mostra, curata da Luciano Inga-Pin, con il coordinamento di Rosanna Veronesi, valorizza molti noti artisti tra i quali: Fausto Bertasa, Giuseppe Bordoni, Tommaso Chiappa, Renzo Chiesa, Alessandro Colucci, Giovanna Dal Magro, Jole De Freitas, Name Diffusion, Premiata Ditta, Simone Durante, Cocco Fabriano, Bruno Locci, Luciano Lucidi, Vincenzo Lucidi, Roberto Manfrin, Tommasino Motta, Daniela Mereu, Giuliano Nannipieri, Scuderia Oklahoma. «Questa è la mia terza presenza in questo spazio - dichiara il curatore Luciano Inga-Pin - uno spazio storico, unico nel suo genere, nel quale da anni Tufano ha lasciato agire liberamente artisti emergenti e i loro altrettanto giovani curatori. Nel corso della stagione ho in programma altri eventi: presentazione di nuove avventure editoriali, performance, musica, dibattiti». Ormai, infatti, è un dato di fatto: questo spazio a Milano si sta dedicando all’arte contemporanea intesa a 360 gradi.
«Le mie opere esposte - afferma la fotografa Giovanna Dal Magro, una delle artiste in questione - sono due pezzi intitolati: “Omaggio a Magritte” e “Un ritratto di una signora in solitudine attraverso uno specchio”, inserite anche nel mio libro “Profondo Umano” nella sezione dolore». (Info: 02/89420303 Aperto dal martedì al venerdì su appuntamentowww.tufanostudio25.com).