Finalmente un premier che dice le cose come stanno

Sono orgoglioso del mio presidente del Consiglio, prima di tutto un uomo che non le manda a dire. Ho visto in tv il suo intervento dal palco di Confindustria e ne sono rimasto rapito, non faccio altro che pensarci, finalmente tutti quegli uomini ingessati della prima fila sono stati serviti a dovere, pensavano a un intervento di un uomo convalescente e si sono ritrovati una tigre sul palco. Caro Presidente, vada avanti così, ci faccia appassionare, ci faccia sognare, non si curi di coloro che dicono che lei è un uomo che divide, perché non è vero. Lei prima di essere un politico è un uomo di sport e lo sport unisce e non divide. Presidente, è vero che siamo in un periodo molto difficile per l’Italia tutta, ma è anche vero che da questo periodo si esce con una politica seria a 360 gradi e le concertazioni che il signor Prodi propone mi sanno tanto di pentapartito da prima Repubblica.
Caro Presidente, lei mi ha emozionato, quello che lei ha detto a Della Valle è sacrosanto, e mi sa che anche gli altri presenti in platea la pensano come me. Presidente, barra al centro e avanti così uniti fino alla vittoria.