Finance Leasing, «boutique» esclusiva

Immobili di pregio, barche, altri beni di lusso. Ma anche strumentazione per realizzare prodotti innovativi e impianti per rinnovare strutture di intrattenimento. Sono solo alcuni esempi di operazioni che Finance Leasing, società piccola ma costituita da personaggi di riferimento nel settore, ha finanziato nel suo primo anno di attività. L’operatore, che si autodefinisce una «boutique», è specializzato in mercati di nicchia in cui valuta, e in caso positivo sostiene da sola o in partnership con altri operatori, progetti personali o aziendali che abbiano bisogno di un’elevata capacità consulenziale e che portano poi a instaurare un duraturo rapporto tra società e cliente. Dalla fondazione a oggi Finance Leasing ha già deliberato il sostegno di operazioni per un importo complessivo di circa 15 milioni di euro. In questo momento sta intermediando altri tipi di operazioni (mutui, eccetera) per circa 160 milioni.
La società nasce nel 2007 per iniziativa di un gruppo d’investitori privati con esperienze nel mondo bancario e finanziario. L'amministratore delegato, Renato Kobau, è stato dal 1988 al 1991 direttore generale di Palladio Finanziaria, nel settore investment and corporate banking. Dal 1992 al 2006 ha operato come amministratore delegato di Selmabipiemme Leasing, del gruppo Mediobanca.
La società ha sedi a Milano e Catania (ma è prevista un’apertura anche a Roma) e ha un capitale sociale di 4,76 milioni di euro che raggiungerà quota 10 milioni entro l’anno. I soci hanno previsto in sede di costituzione aumenti successivi fino a 25 milioni totali. Presidente è l’avvocato Paolo Nodari, di Milano. Tra le operazioni più interessanti del primo periodo di attività si segnalano il finanziamento della costruzione di macchine spremiagrumi automatiche per 600 Autogrill in tutto il territorio italiano (contratto stipulato tra la Finance Leasing e la Agroindustry Advanced Technology Spa) e il leasing strumentale per complessivi 3,2 milioni di euro erogato alla Thorus Leolandia Spa per l’acquisto di nuove attrazioni nell’ambito di un progetto di rilancio del parco divertimenti Minitalia a Capriate San Gervasio, in provincia di Bergamo. Un’operazione in cui Finance Leasing è intervenuta direttamente per circa 2 milioni di euro, mentre i restanti 1,2 milioni sono stati erogati da Bpu Esaleasing Spa del gruppo Ubi Banca, uno dei partner con cui più spesso la società guidata da Kobau condivide le operazioni approvate. Altre società di emanazione bancaria con cui FL lavora sono Locat (gruppo Unicredit) e Banca Italease. Per i prossimi mesi Finance Leasing ha l’obiettivo di individuare operatori bancari o finanziari con cui stringere partnership societarie.