Al Financial Stability Forum di Draghi la sorveglianza di banche e finanza

I leader si sono accordati per porre dei limiti agli eccessi della finanza che hanno portato alla crisi più grave dal dopoguerra. In particolare sarà estesa la regolamentazione e la sorveglianza su tutte le istituzioni finanziarie di grande importanza, inclusi per la prima volta gli hedge fund, ovvero i fondi di investimento ad alto rischio. Si prenderanno iniziative per migliorare la qualità, la quantità e la consistenza della capitalizzazione del sistema bancario. Un compito di rilievo sarà affidato al Financial Stability Board (ex Forum) guidato da Mario Draghi. L'organismo internazionale, in collaborazione con il Fondo monetario,verrà trasformato in una «organizzazione mondiale della finanza, per la precisione un Consiglio per la stabilità finanziaria», come l’ha definito il presidente francese Nicolas Sarkozy. Dovrà pertanto attuare «early warning», avvertimenti precoci (quelli che sono mancati nella crisi attuale) in vista di possibili crisi finanziarie. Ci sarà anche una maggiore sorveglianza sulle agenzie di rating, che hanno fallito nelle loro valutazioni di merito.