Finanziaria 2009, via libera dalla Camera

Ora la manovra passa al Senato. Ai dipendenti meritevoli i risparmi che arriveranno dalla lotta ai "fannulloni". Detrazione Irpef per i possessori di
abbonamenti a bus e metro, per asili nido e sconti sulle spese sostenute dai docenti per
l’aggiornamento professionale e la formazione<br />

Roma - Via libera della Camera alla Finanziaria 2009. I voti favorevoli sono stati 295, quelli contrari 241. Dopo l’approvazione della nota di variazione e il voto finale sul bilancio la manovra passerà all’esame del Senato. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, sottolinea che la manovra "è basata sul presupposto di una crisi in arrivo e in intensificazione" e ne sconta quindi già gli effetti.

Aggiustamenti Il passaggio alla Camera è servito per inserire alcuni aggiustamenti. Nel testo non sono state accolte le proposte di intervento per aiutare le famiglie a fronteggiare la crisi finanziaria. Ci sono invece le proroghe dei mini-sconti fiscali già previsti (dalle ristrutturazioni agli abbonamenti degli autobus che non modificano però le aliquote delle grandi imposte come l’Irpef) e i fondi per la Cassa integrazione guadagni. Ecco elencate le misure principali.

Giù tasse nel 2009 se i conti migliorano Giù le tasse se miglioreranno i conti pubblici del 2009. Le maggiori disponibilità serviranno a ridurre il prelievo su dipendenti e pensionati a basso reddito o per favorire le Pmi. Il Governo accoglie così una proposta dell’opposizione.

Contratti statali sentiti sindacati Ammontano a oltre 5 miliardi gli importi per i rinnovi contrattuali del pubblico impiego del 2009 e per i premi di produttività. Il governo - è una modifica introdotta - non potrà erogare "con atti unilaterali" gli anticipi degli aumenti agli statali in attesa dei rinnovi contrattuali, ma una volta "sentite le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative".

Risparmi fannulloni vanno a meritevoli Una parte dei risparmi raccolti con la lotta contro i fannulloni, andranno a rimpolpare lo stipendio dei meritevoli. Se avanzano risparmi, dopo aver corretto i conti pubblici, saranno destinati con un decreto a finanziare la ’contrattazione integrativà delle amministrazioni pubbliche.

600 milioni alla Cigs, 20 per Malpensa Arrivano altri 170 milioni di euro per finanziare la Cigs (che arriva a 620 milioni), di questi 2’ milioni vanno ai lavoratori dell’indotto aeroportuale, soprattutto a Malpensa.

Risorse al Sud Si punta a garantire la destinazione dell’85% delle risorse del Fas al Mezzogiorno e il restante 15% a favore delle aree del Centro-nord. Si prevede inoltre una relazione annuale sull’uso del fondo che il Governo dovrà inviare al Parlamento.

Patto stabilità più leggero per virtuosi I valori di riferimento per il miglioramento dei saldi imposto a comuni e province rimangono ancorati ad un solo anno, non a cinque come inizialmente proposto. Ma dal computo dovranno essere tolte alcune spese: quella per investimenti cofinanziati dall’Ue e gli esborsi effettuati per attuare ordinanze dovute allo Stato di emergenza. Non saranno considerati nemmeno gli aumenti pagati ai dipendenti e i Comuni avranno mano libera nell’utilizzo degli incassi delle cessioni di «azioni o quote di società operanti nel settore dei servizi pubblici locali». -

Ristrutturazioni edilizie fino al 2011 Si prorogano fino al 2011 i benefici fiscali per le ristrutturazioni edilizie: detrazione Irpef del 36% e Iva agevolata al 10% sui materiali.

Bonus per abbonamento bus Lo sconto fiscale, introdotto con l’ultima Finanziaria per i possessori di abbonamenti a bus e metro viene prorogato al 2009. Si prevede che per le spese d’acquisto degli abbonamenti a servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale possano essere scontate dall’Irpef (detrazione al 19%) per un importo delle spese non superiore a 250 euro.

Asili nido e docenti Ci sono le detrazioni per le spese di frequenza degli asili nido e gli sconti Irpef del 19% sulle spese sostenute dai docenti (fino a 500 euro) per l’aggiornamento professionale e la formazione. Vengono estesi ad un altro anno anche: le riduzioni dell’accisa sul gas metano usato per uso industriale; gli sconti per gasolio e gpl usati per riscaldamento nelle zone svantaggiate; gli sconti per l’energia elettrica fornita con teleriscaldamento da biomasse.

Autotrasporto La proroga delle agevolazioni prevede anche per il 2009 l’applicazione di un pacchetto davvero nutrito in favore dell’autotrasporto: la deduzione forfettaria per il settore; il bonus per le spese di trasferta fuori dal territorio comunale; il credito d’imposta per la tassa automobilistica; gli incentivi per favorire l’aggregazione di imprese; la detassazione fiscale e contributiva dei dipendenti; la compensazione per i contributi al servizio sanitario. -

Agricoltura Vengono prorogate di un anno anche: l’aliquota agevolata Irap riconosciuta per l’agricoltura; gli sconti fiscali e previdenziali per le imprese di pesca; le agevolazioni per la formazione e l’arrotondamento della proprietà contadine; l’esenzione dalle accise per le coltivazioni realizzate sotto serra.

La soddisfazione di Berlusconi "La Camera ha approvato la Finanziaria alle 16,30 senza che sia stata messa la fiducia, come qualcuno aveva continuato a dire, con un voto chiaro", ha sottolineato con soddisfazione il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, durante una conferenza stampa a Napoli. "Questa Finanziaria è una grande innovazione per il bilancio dello Stato, non è stata - ha aggiunto - sottoposta a nessun attacco alla diligenza come in passato, attacco alla diligenza che aveva portato ad aumento di otto volte del debito pubblico".