Finanziaria, emendamenti record. L'Unione batte la Cdl

In commissione Bilancio la sinistra ha già presentato 982 modifiche, contro le 805 della Cdl. Schifani (Forza Italia): "Questo dimostra in maniera evidente che i problemi all’interno della maggioranza sono attuali, concreti e insoluti"

Roma - L’unione batte la Cdl per il numero di emendamenti presentati in commissione Bilancio sulla legge finanziaria ed è, almeno negli ultimi anni, una novità: le proposte di modifica targate maggioranza sono al momento circa 982 contro le 805 a firma dell’opposizione. L’Ulivo ha presentato circa 260 emendamenti (il tetto stabilito era di circa 200 e, comunque, dentro ci sono anche le proposte firmate dai senatori Bordone e Manzione) mentre i quattro partiti della sinistra meno di 90. Centoquindici arrivano dall’Italia dei Valori, una ventina sono a firma dell’Udeur, 66 dalle fila della Svp a cui però occorre aggiungerne altri 80 a firma della senatrice Helga Thaler. Angius e gli altri senatori socialisti ne hanno invece presentati una decina. Il governo e il relatore ne hanno presentati una quarantina ciascuno.

Schifani: "Fanno opposizione a se stessi" "La maggioranza fa opposizione a se stessa. Presentare, come ha fatto l’Unione, 1036 emendamenti alla Finanziaria contro i 752 dell’opposizione dimostra in maniera evidente che i problemi all’interno della maggioranza sono attuali, concreti e insoluti". Il capogruppo di Forza Italia al Senato, Renato Schifani, sottolinea questa singolarità della manovra economica e ricorda che Forza Italia "aveva annunciato che avrebbe presentato poche proposte e così ha fatto, con appena 75 emendamenti. A dimostrazione che non intende fare alcun ostruzionismo e vuole invece discutere la Finanziaria".