Una finanziaria modello per i coloni di Plutone

CUZCO 27 ottobre 2095. È stata approvata ieri a larga maggioranza (8547 favorevoli, 114 contrari e 29 astenuti), dalla Commissione per le Colonie Interplanetarie, la legge finanziaria di Plutone. Incremento del 30 per cento della diaria ai coloni maschi e del 10 per cento alle femmine; stanziamento di 10 miliardi di globi per una nuova bolla di depressurizzazione sanguigna; introduzione di un pedaggio una tantum per i vettori singoli; tetto di spesa per gli approvvigionamenti alimentari di ogni Nucleo di Conquista portato da 300 a 350 globi pro capite. Questi i principali provvedimenti per l’anno 2096 stabiliti dalla CCI che ha sede a Cuzco, in Perù.
«Siamo molto soddisfatti - ha detto Marianne Echevarria, presidente di turno della CCI - dei risultati ottenuti dai nostri inviati su Plutone. L’estrazione di monflaxmaplasina (il potentissimo cicatrizzante recentemente utilizzato sulla Terra non soltanto a scopo medico, ma anche industriale, ndr) prosegue a ritmi sostenutissimi e la prospezione del suolo del pianeta ha già evidenziato dati importanti che illustreremo presto in un convegno qui a Cuzco».
La legge finanziaria per i coloni di Plutone rappresenta il modello di riferimento per le finanziarie lunare, venusiana e marziana che saranno sottoposte al voto della CCI di Cuzco entro la fine dell’anno.