«È la Finanziaria peggiore della storia»

«Questa manovra è la peggiore della storia della Repubblica, originata dal fondamentalismo ideologico della sinistra comunista, radicale e massimalista» e «portata avanti con un dilettantismo quasi impensabile». Non usa giri di parole Silvio Berlusconi per attaccare la Finanziaria del governo Prodi che ieri ha ottenuto la fiducia alla Camera e che ora passerà al vaglio del Senato. Dove però l’Unione sta già litigando per apportare modifiche: cambieranno infatti le norme sull’Irpef comunale e sul bollo auto, mentre Comunisti e Rifondazione chiedono il ritiro del ticket ospedaliero.