Finanzieri all’«Espresso»

Gli agenti della Guardia di finanza di Napoli sono entrati nella redazione del settimanale L’Espresso. Sette ore di perquisizione attenta in redazione e nelle abitazioni sono costate il sequestro di numerosi documenti di lavoro, computer e agende telefoniche ai due giornalisti Gianluca Di Feo ed Emiliano Fittipaldi autori dell’inchiesta sui rifiuti campani pubblicata sul periodico in edicola in questi giorni. La direzione del settimanale, guidato da Daniela Hamaui, ha parlato di «forte preoccupazione» per lo scalpore nato dopo la pubblicazione dell’articolo dal titolo «Così ho avvelenato Napoli» su 20 anni di traffici di rifiuti tossici che vedrebbero coinvolti politici e amministratori locali.