Finazzer Flory «Musei e monumenti Contro il degrado arruolo i volontari»

Chiuso l’anno si fanno i primi bilanci, ma soprattutto ci si dedica a buoni propositi, progetti, idee da annotare sulle pagine immacolate della nuova agenda. C’è chi si gode le vacanze e c’è chi preferisce non perdere tempo, come Massimiliano Finazzer Flory, assessore alla Cultura del Comune di Milano, che si trova in questi giorni a Parigi, dove ha appena stretto un gemellaggio con la capitale francese.
«Sono soddisfatto perché ho inaugurato una collaborazione con Parigi per pittura, editoria, filosofia e per l’arte contemporanea in generale».
Per quanto riguarda le mostre, cosa bolle in pentola?
«Sto organizzando una mostra multidisciplinare sui vent’anni della caduta del muro di Berlino, che raccoglierà fotografie, documenti, video, film, approfondimenti e conferenze su personaggi e fatti chiave dell’89. Mi piacerebbe molto coinvolgere anche l’Università: i giovani non sanno cosa hanno alle spalle e penso che sia giusto fornire loro un racconto di cosa è successo».
Veniamo adesso ai Beni Culturali, è dell’altro giorno lo scempio dei graffiti sulla basilica di San Lorenzo...
«I beni culturali sono nidi (...)