Fincantieri guarda alla Norvegia e incassa commesse per 2 miliardi

Il gruppo interessato al primo costruttore europeo, Aker Yards

da Milano

Fincantieri guarda con interesse alla norvegese Aker Yards, leader europeo nella cantieristica, e incassa due maxi-commesse per la realizzazione di cinque navi da crociera del valore superiore ai 2 miliardi di dollari. Interpellato dall’agenzia Ansa, il numero uno del gruppo, Giuseppe Bono, a Miami per la Seatrade cruise shipping convention (il principale appuntamento internazionale del comparto), ha commentato le intenzioni di Aker Asa, principale azionista di Aker Yards, che ha reso noto di voler cedere il 40,1% residuo in portafoglio. «Mi chiede se Fincantieri è interessata?», ha detto Bono. «Io rispondo: perché no».
Il valore del pacchetto di Aker è pari a 630 milioni di euro, mentre la capitalizzazione di borsa della società è di circa 1,5 miliardi. Quanto alle commesse riguardano la realizzazione di cinque navi da crociera d’alta gamma (di cui 2 in opzione). Gli accordi sono stati siglati con Oceania Cruises e Silversea Cruises. I patti con Oceania, compagnia americana, prevedono la costruzione di due navi di lusso da 65mila tonnellate di stazza, ciascuna del valore di 500 milioni di dollari, con la consegna in programma nell’autunno 2010 e nell’estate 2011. In aggiunta, c’è anche un’opzione per una terza nave (consegna 2012). Silversea, invece, è un operatore italiano che opera nel settore delle navi da crociera extralusso.