Fincantieri Un'altra nave extra lusso per la francese Compagnie du Ponant

Fincantieri e l'armatore francese Compagnie du Ponant hanno sottoscritto un contratto per la costruzione di una nave da crociera extra-lusso. La nuova unità sarà gemella di «Le Soleal», la nave mini-cruise consegnata il mese scorso, e che segue «L'Austral» e «Le Boreal», tutte realizzate ad Ancona e consegnate rispettivamente nel maggio 2010 e nell'aprile 2011.
Anche la nuova unità appena ordinata sarà costruita nel cantiere di Ancona. La consegna è prevista nella primavera del 2015. Con circa 11mila tonnellate di stazza lorda, sarà lunga circa 142 metri, larga 18 e potrà raggiungere i 16 nodi di velocità di crociera. Potrà inoltre ospitare a bordo 264 passeggeri in 132 tra cabine e suite, tutte con vista esterna, il 95% delle quali dotate di balcone privato, oltre ai previsti 140 membri dell'equipaggio.
Il nuovo gioiello firmato Fincantieri sarà costruito con le più avanzate tecnologie in tema di protezione ambientale e per via delle dimensioni ridotte potrà raggiungere porti e destinazioni inaccessibili a unità più grandi. Infatti navigherà in Alaska durante l'estate, in Australia e Nuova Zelanda durante l'inverno.
L'allestimento degli interni sarà concepito a misura d'uomo e sarà affidato al celebre architetto francese Jean-Philippe Nuel che ha curato l'interior design delle tre precedenti navi gemelle.
«Questo nuovo ordine rappresenta un importante consolidamento dei rapporti con una prestigiosa società armatrice e ci permette di presidiare a livello mondiale un segmento di business molto promettente - ha dichiarato Giuseppe Bono, numero uno di Fincantieri dopo l'annuncio della nuova commessa - Un traguardo per noi incoraggiante, che si aggiunge a quelli recenti e che arriva in un momento di mercato ancora difficile, e che è stato possibile raggiungere anche grazie alla maggiore coesione che si è realizzata all'interno dell'azienda e che permette di ben sperare sul necessario recupero di efficienza e competitività».
«Per la Compagnie du Ponant - la risposta di Jean-Emmanuel Sauvéè, amministratore delegato della compagnia francese - questo nuovo ordine è un altro passo verso il futuro che convalida un modello di business efficace e rafforza la partnership con Fincantieri, a cui è stata affidata la costruzione di questa quarta gemella dopo l'ottimo lavoro svolto sui precedenti tre yacht».