Fine anno ottimo Abn cederà il 3,2%

Banca Italease

Grazie a un ottobre ottimo, il quarto trimestre di Banca Italease «sarà il migliore della sua storia». La promessa è dell’amministratore delegato, Massimo Faenza, che ieri ha illustrato alla comunità finanziaria i risultati dei primi 9 mesi (l’utile netto è salito del 79,4% a 128,4 milioni). L’ottimismo è legato al fatto che a ottobre Italease è «quasi ai livelli di tutto il terzo trimestre per quanto riguarda l’attività», ha proseguito Faenza motivando il progresso sia con il lavoro che la società sta svolgendo a livello commerciale, sia con alcune operazioni che andranno a valere. Molte le domande anche sui movimenti nell’azionariato: «Ci sono molte richieste e quindi non siamo assolutamente preoccupati, anzi speriamo che questo crei ulteriore flottante». Come era atteso in serata il patto di sindacato ha autorizzato Abn Amro a cedere una quota pari al 3,2% (7,2% la partecipazione totale degli olandesi). L’accordo parasociale scende così dal 51,6% a 48,4 per cento.