Fine dell’anno coi «Rapi(na)tori di sguardi»

Fine dell’anno in compagnia dei «Rapi(na)tori di sguardi». La Fondazione Cineteca Italiana propone ad Area Metropolis 2.0 (via Oslavia, 8 - Paderno Dugnano) una serata speciale all’insegna del grande cinema dedicato a «rapine e rapinatori», in cui realtà e finzione si incontrano in modo inconsueto: quattro pellicole d’autore e alcuni video inediti sulla vita e sulle tragiche imprese di Renato Vallanzasca, che traghetteranno gli spettatori nel nuovo anno.
La serata inizierà alle ore 19 con Banditi a Milano (1968) di Carlo Lizzani, un film-cronaca, che prende spunto da un fatto realmente accaduto nel 1967, quando alcuni rapinatori diedero l’assalto all’agenzia del Banco di Napoli in largo Zandonai a Milano. I banditi, inseguiti dalla polizia, lasciarono lungo le strade una scia di sangue, morti e feriti, colpiti dagli spari indirizzati alla folla. A seguire, Fino all'ultimo respiro (1959) di Jean-Luc Godard, film manifesto della Nouvelle Vague.
Quindi, alle ore 23, saranno presentati anche alcuni rari documenti video, provenienti dall’archivio delle Teche Rai, relativi alle tragiche vicende di cronaca legate al personaggio di Renato Vallanzasca: un montaggio di telegiornali e servizi filmati dell’epoca che descrivono senza retorica i crimini di un bandito diventato il «mito» della mala milanese.
Chiuderà la serata la proiezione del film Il pellegrino di Charlie Chaplin, dove Charlot evaso da Sing Sing indossa gli abiti di un prete per liberarsi della sua divisa da carcerato.

Rapi(na)tori di sguardi
Lunedì 31 dicembre
Area Metropolis 2.0
Via Oslavia, 8 Paderno Dugnano
Informazioni: 02.9189181