«Fine emergenza entro il 23 luglio»

L’emergenza rifiuti a Napoli rientrerà in anticipo rispetto ai programmi e finirà ben prima del 23 luglio. Lo ha comunicato il premier, ieri, al termine del G8 a Toyako. «Erano 35mila le tonnellate di immondizia lasciate in strada. Non vorrei che qualcuno ora esponesse volontariamente la spazzatura per chiamare un giornalista o una tv. Il problema sarà dunque provvisoriamente risolto e non si tornerà alla situazione precedente, ma sarà definitivamente cancellato con l’avvio degli impianti». Il termovalorizzatore di Acerra partirà a fine anno per la prima parte poi inizieranno i lavori per quello di Salerno.