La fine della pietà

Caro direttore, sono la figlia di un caduto della Rsi. Mio padre l’8 settembre scelse di non tradire la propria Patria. Era un milite della Guardia nazionale repubblicana assassinato dai partigiani nel marzo del 1945. Quando la Regione era governata dalla Destra ogni 25 aprile veniva deposta una corona di fiori sulle tombe partigiane, ma anche nel Sacrario dei Caduti della Rsi di Staglieno. Appena è diventato presidente Burlando questo non è più avvenuto. Dopo oltre 60 anni gli eredi dei partigiani comunisti non cambiano mai, infatti non hanno neppure un po’ di pietà nei confronti dei morti solo perché invece del fazzoletto rosso, indossavano la divisa e la camicia nera. Signor direttore che vergogna e che meschinità!