Fine settimana tragico sulle strade laziali: muoiono tre automobilisti

Due incidenti vicino Latina, l’altro sulla Cassia

Ancora tre morti ieri sulle strade del Lazio. La prima vittima è un quarantacinquenne di Nettuno, S.D.L., deceduto nella notte tra venerdì e sabato a Latina. L’uomo ha perso il controllo dell’auto mentre tornava dal mare venerdì pomeriggio ed è finito in un canale dopo aver urtato una vettura in sosta a lato della carreggiata, all’altezza di Valmontorio.
Nella notte le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate e l’uomo è morto intorno alle 3. Sempre a Latina, un ragazzo di 20 anni ha perso la vita in un incidente che si è verificato ieri mattina intorno alle 4. Il giovane, che percorreva via Epitaffio in direzione di Latina Scalo, a un tratto è uscito di strada, forse a causa di un colpo di sonno o dell’eccessiva velocità, e si è schiantato contro un albero morendo sul colpo.
Ed è ancora un giovane la vittima del terzo incidente mortale di ieri, avvenuto nel Viterbese. Un ventunenne di Vignanello è deceduto sulla Cassia Cimino, tra Ronciglione e Fabrica di Roma. Secondo le prime ricostruzioni, l’auto del giovane si è scontrata frontalmente, all’uscita di una curva, con un’altra vettura, il cui conducente è rimasto ferito in modo lieve. Il ragazzo è morto poco dopo essere stato trasportato in elicottero al San Camillo.
Non è in pericolo di vita, invece, la donna investita ieri intorno alle 10 da un ciclomotore sulla via Casilina, all’incrocio con via Vibio Equestre. La donna, 40 anni, straniera, è stata portata all’ospedale S. Giovanni, in stato di choc, ma le sue condizioni non sono gravi. Non rischia la vita neanche il motociclista che l’ha investita e che, subito dopo, si è scontrato contro un’auto ed è caduto a terra.