Fine stage all’Ufficio tributi

Nell'ambito della collaborazione con il Comune di Genova il Collegio dei geometri ha dato la propria disponibilità alla creazione dello sportello informativo del Servizio tributi, connesso alle pratiche di cui alla Finanziaria 2005 sulle incombenze legate agli aggiornamenti catastali. Ecco come alcuni geometri praticanti hanno raccontato la loro esperienza durante lo stage.
Ogni praticante ha sviluppato un percorso differente a seconda dell'attività del tutor ma, alla fine, tutti si sono ritrovati a condividere un'esperienza positiva. Nel luglio scorso è pervenuta a tutti i praticanti geometri iscritti al registro una lettera dal Collegio con la quale si informava della possibilità di partecipare a una convenzione stipulata tra il Comune e il Collegio.
Autorizzati dai rispettivi tutor, i praticanti hanno accettato l'opportunità. Dopo alcuni incontri con i tecnici dell'Ufficio tributi servizio Ici, sede della nuova attività di praticantato, ai primi di settembre è iniziata l'attività formativa. Dai tecnici i praticanti hanno imparato a rapportarsi con il pubblico e hanno ricevuto consigli sui parametri da utilizzare durante la prima fase dì apprendimento.
In merito alla preparazione riguardante il rapporto con il pubblico si sono svolti due incontri di formazione front office dove sono state acquisite le basi comportamentali tra l'operatore e l'utente. Il primo incontro prevedeva una spiegazione generale dei metodi applicativi mentre il secondo, più specifico, consisteva nella compilazione di test psico attitudinali dai quali emergevano i profili psicologico-caratteriali dei praticanti con le loro propensioni al rapporto con l'utenza. Il compito consisteva nel dare informazioni, consigli e conferme su come affrontare le comunicazioni che gli utenti avevano ricevuto per lettera dagli uffici del Comune; comunicazioni riguardanti gli aggiornamenti catastali per gli immobili di categoria A5 e A4 derivanti dalle disposizioni previste dal comma 336 della Finanziaria 311/04.
Lo sportello informazioni, costituito da praticanti e tecnici dell'ufficio Ici, dell'Edilizia privata, dell’ufficio Condono edilizio e dell'Agenzia del territorio è stato aperto il 6 settembre. L'affluenza dei contribuenti è via via cresciuta e in alcuni casi è stato manifestato disappunto sulla necessità di rivolgersi obbligatoriamente a un tecnico per denunciare all'Agenzia del territorio l'installazione dell'impianto di riscaldamento o dell'ascensore.
Alla fine dello stage tutti i praticanti hanno affermato che si è trattato di un'esperienza positiva. «Il front office - hanno confessato - ha ottenuto riscontro favorevole in quanto abbiamo cercato di metterci dalla parte dell'utente considerando le sue esigenze nell’atto di rivolgersi al nostro sportello informativo, cercando di chiarire caso per caso le varie problematiche mostrando la nostra più completa disponibilità. È stata poi positiva la possibilità di lavorare con altri professionisti che hanno arricchito le nostre conoscenze che potranno essere utilizzate anche all'interno dello studio tecnico a cui fa capo il nostro tutor. Non ultimo: il contatto con i tecnici del Comune e dell'Agenzia del territorio e la loro disponibilità e competenza unitamente al nostro impegno, ha determinato la creazione di un ottimo team di lavoro. Alla fine di questi 6 mesi quindi possiamo ritenerci più che soddisfatti del risultato».