Fine stagione, vu’ cumprà ammanettati in spiaggia

Per un’estate intera è stato uno dei tormentoni dei turisti. Le poche panchine in ombra sulla nuova passeggiata «desertica» - nel senso che le nuove mini palme non garantiscono un centimetro al riparo dal sole neppure a cercarlo - sono sempre state «proprietà» dei venditori ambulanti di ogni etnia. Le loro stuoie con la merce hanno invaso sempre più della metà della passeggiata a mare. Eppure, nonostante molte lamentele, a Sestri nessuno è mai intervenuto. Ieri mattina, 15 settembre, ombrelloni e sdraio sulla strada dei magazzini, è scattato il blitz. Vigili urbani e guardia di finanza a caccia di vu’ cumprà. Qualcuno (in regola con il permesso di soggiorno) è stato invitato a lasciare il suolo pubblico, altri si sono dati alla fuga. E sono scattati gli inseguimenti. In spiaggia e sulla passeggiata a mare. Un nordafricano è stato addirittura rincorso e ammanettato a un passo dalla battigia. Arrestato, ovviamente, è stato subito rilasciato. Ma a fine stagione, dopo la polemica sulla Tv della Libertà, Sestri ha mostrato i muscoli. Ha fatto vedere che l’amministrazione fa rispettare le regole.