Fini conferma i capilista di An ma resta aperto il nodo Selva

Mancano solo alcuni dettagli e le liste di An saranno pronte. Quelle del Senato praticamente sono fatte, con i capilista già noti. Dopo il lunghissimo conclave di domenica tra Gianfranco Fini e i suoi colonnelli, ieri si è riunita la Direzione del partito con i coordinatori regionali per gli ultimi accordi. All’unanimità è stata data al vicepremier e ministro degli Esteri la delega per definire le liste alla Camera, che lui stesso guiderà in tutte le circoscrizioni. «Si chiuderà in tempi brevissimi», assicura Fini. «I criteri per l’indicazione dei candidati - aggiunge - partono dalla valutazione del lavoro parlamentare, l’equilibrio territoriale, una qualificata presenza femminile non solo nelle liste, ma anche nei cappelli di lista». Confermati i capilista, non manca qualche malumore da escluso. Gustavo Selva, ad esempio, sa di essere a rischio, ma si riserva i commenti a quando vedrà l’elenco ufficiale.